Denti nella terza età: il controllo è fondamentale!

Con il trascorrere degli anni, le problematiche specifiche legate al cavo orale aumentano, fino ad arrivare alla perdita dei denti. È però possibile mantenere la propria dentatura naturale per una vita intera, osservando un’accurata igiene orale quotidiana con controlli regolari. In questo articolo trattiamo delle patologie del cavo orale più frequenti negli anziani, suggerendo alcuni accorgimenti per prevenirle o tenerle sotto controllo e alcune soluzioni per risolverle.

Le patologie orali che si manifestano più frequentemente durante la terza età sono diverse come molti sono i fattori che le causano. La salute della bocca può essere minacciata dall’assunzione di alcuni tipi di medicinali, dalle condizioni generali di salute, da una dieta non adeguata, dallo stress, dal fumo, dal diabete, da problemi cardiaci

La carie radicolare è una delle patologie più comuni tra gli anziani. Si manifesta quando la gengiva si ritira rendendo la superficie della radice vulnerabile. È importante lavarsi accuratamente i denti con lo spazzolino, usare il filo interdentale tutti i giorni e recarsi in uno studio dentistico per periodiche visite di controllo e sedute di igiene orale professionale.

L’ipersensibilità dentale è dovuta, in gran parte, al ritiro naturale delle gengive che avviene con il trascorrere degli anni; questa problematica lascia scoperte le parti del dente non protette dallo smalto, le quali diventano più sensibili al caldo e al freddo. Se l’ipersensibilità non si risolve e prosegue per lungo tempo è meglio rivolgersi al dentista perché potrebbe essere il sintomo di problemi più gravi.

La xerostomia, comunemente chiamata “secchezza delle fauci”, è un fastidio frequente tra gli anziani, spesso causato dall’assunzione di farmaci o da altre patologie sanitarie; la xerostomia non va mai trascurata perché può contribuire a peggiorare diversi disturbi del cavo orale.

I denti gialli sono sicuramente il problema più visibile ad occhio nudo e sono causati dalle naturali variazioni che avvengono con il trascorrere degli anni nella dentina, ma anche dall’assunzione assidua di alimenti, di farmaci o di bevande colorate.

Le persone che portano una protesi possono soffrire di stomatite causate da protesi fatte male o troppo vecchie, dalla candidosi orale o da una scarsa igiene orale.

La malattia più temuta dagli anziani è sicuramente la parodontite, che è anche la prima causa della caduta dei denti. La parodontite è l’infiammazione dei tessuti di sostegno al dente che, se prontamente diagnosticata, può non avere effetti irreversibili (vedi il nostro articolo di approfondimento). Anche i casi più gravi con un adeguato trattamento possono essere stabilizzati e controllati, impedendo alla parodontite di progredire in modo rapido e incontrollato. Ci sono varie possibilità di cura: il trattamento chirurgico che prevede l’estrazione dei denti e la sostituzione con impianti o protesi dentarie; la terapia non chirurgica prevede invece diverse sedute per rimuovere accuratamente la placca e il tartaro nelle tasche gengivali attraverso strumenti dedicati, le curette (strumenti in acciaio dotati di punte affilate), strumenti sonici, ultrasonici e manuali.

È importante avere una buona salute orale e gestire al meglio le varie patologie che con gli anni si presentano, riducendo il rischio che diventino irreversibili; per fare ciò è necessario essere controllati periodicamente dal proprio dentista.

 

studio-dentistico-Odontoiatrica-Dottori-Val-Santa-lucia-di-piave-conegliano

Newsletter

Odontoiatrica Dottori Val srl  - P.I.: 04683040267 - Num. REA : TV - 370061
Direttore Sanitario Dottor Giorgio Val - iscritto all'Albo dei Medici Chirurghi di TREVISO n. 03759 - iscritto all'Albo degli Odontoiatri di TREVISO n. 00125 | Autorizzazione Sanitaria N. 8273 del 12/12/2014

Quba © 2018. All rights reserved. Terms of use and Privacy Policy

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi