La dentizione nei bambini: disturbi e rimedi

In genere verso i 6 mesi, i primi a spuntare sono gli incisivi centrali, poi i laterali, seguono i molaretti, i canini e gli ultimi molari. All’età di circa 3 anni il bimbo avrà tutti e 20 i denti primari (i cosiddetti “denti da latte”).

Purtroppo però, lo spuntare dei denti spesso si accompagna ad alcuni piccoli disturbi direttamente correlati.

 

QUALI SONO I DISTURBI LEGATI ALLA DENTIZIONE?

Molto di frequente compare febbre, che può anche essere abbastanza elevata e durare per un paio di giorni. Le gengive spesso si gonfiano e il bimbo tende a mordere tutto ciò che gli capita… per cercare sollievo. Il piccolo potrà così manifestare uno stato di irritabilità e sofferenza che non gli permetterà di dormire tranquillo.

La febbricola derivata dalla situazione può causare disturbi anche al sistema digestivo: per questo spesso si verificano episodi di vomito, diarrea e irritazione del sederino. Non mancano poi l’arrossamento delle guance e il naso che cola.

Sono sofferenze che generalmente determinano una perdita dell’appetito, me per fortuna si tratta di sintomi che durano pochi giorni.

 

COSA POSSIAMO FARE?

Naturalmente, se la febbre persiste è importante avvertire il pediatra. Mai optare per rimedi farmacologici fai-da-te (nemmeno l’Aspirina)! Quello che possiamo fare per alleviare il dolore è strofinare delicatamente le gengive del piccolo con una garza umida, coccolarlo e consolarlo.

Anche un anello da dentizione in gomma (simile al ciuccio; non in pvc, né contenente liquidi, e poi delle dimensioni giuste affinché il bambino non lo ingoi) può far molto, magari messo prima in frigorifero, per ottenere un leggero effetto anestetizzante. Per lo stesso motivo, utile è anche il gelato (ma qui stiamo parlando di bambini sopra i 9 anni), ovviamente senza esagerare (il gelato contiene zucchero).

Per fare in modo che l’afflusso sanguigno alle gengive, già gonfie, sia limitato, una cosa utile è far dormire il piccolo in posizione leggermente sollevata (sollevando il materasso, NON usando i cuscini!).

Ciò che bisogna evitare sicuramente è cercare di aiutare il dente a uscire dalla gengiva, magari con qualche strumento… Non serve a nulla e, anzi, si rischia solo un’infezione (e lesioni)!

 

E L’IGIENE ORALE DEL BAMBINO?

A questo specifico argomento abbiamo già dedicato 3 articoli (clicca sui titoli per leggerli):

  1. L’ABC dell’igiene orale dal neonato al bambino
  2. Ma quando si iniziano a lavare i dentini dei bambini?
  3. Carie nei denti da latte, perché è necessario curarla

 

IN CONCLUSIONE

La dentizione nei bambini causa spesso, se non sempre, dei piccoli disturbi, ma generalmente non è nulla di grave. Sapere come comportarsi però, può aiutare molto il bambino a superare con minor dolore possibile questa delicata fase di crescita.

 

studio-dentistico-Odontoiatrica-Dottori-Val-Santa-lucia-di-piave-conegliano

Newsletter

Odontoiatrica Dottori Val srl  - P.I.: 04683040267 - Num. REA : TV - 370061
Direttore Sanitario Dottor Giorgio Val - iscritto all'Albo dei Medici Chirurghi di TREVISO n. 03759 - iscritto all'Albo degli Odontoiatri di TREVISO n. 00125 | Autorizzazione Sanitaria N. 8273 del 12/12/2014

Quba © 2018. All rights reserved. Terms of use and Privacy Policy

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi